Convegno

DEDICATO A
ANNA ZOPPELLARI
Contro la violenza

per ragionare sulle cornici che la cultura può costruire attorno all’eventualità della violenza, per trasformarla in una diversa immaginazione del futuro.

Cultura

come interi modi di vita che si intrecciano, che riconoscono la conflittualità, ma la inquadrano per affrontarla, attraverso la conoscenza e il riconoscimento della diversità.

Network

a partire dalla condivisione di ricerche e pratiche in una rete di Università che dall’Italia, da Trieste, si dirama in diversi paesi: Egitto, Pakistan, Marocco, Libano, Bosnia, Tunisia, Algeria.


Il convegno si svolgerà online. Per iscrizioni:

controlaviolenza@units.it

Il link per il collegamento verrà inviato a tutti gli iscritti e le iscritte. Per i laboratori indicare l’eventuale scelta.

Convegno e laboratori si rivolgono a:
  • insegnanti (la partecipazione al convegno, a uno dei laboratori e la presentazione di un elaborato valgono come corso di aggiornamento. Tutti i dettagli sono presenti sulla piattaforma Sofia. La partecipazione è totalmente gratuita).
  • operatori e operatrici che lavorano con minori stranieri non accompagnati
  • operatori e operatrici in ambito carcerario
  • studenti e studentesse, dottorandi e dottorande, con interessi di ricerca per i temi trattati

Programma

venerdì 09 Aprile

  • ORE 15.00 Saluti istituzionali
  • ORE 15.30 Introduzione al progetto

    Presiede

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Giuseppe Ieraci
  • ORE 15.45

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Diego Abenante

    Violenza religiosa e strategie di de-radicalizzazione. L’esperienza del Pakistan

     

    QUAID-E-AZAM UNIVERSITY ISLAMABAD, PAKISTAN

    Fakhar Bilal

    The phenomenon of violence in Pakistan. Understanding cause and effect relationship

     

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Federico Battera

    Comunicare con la violenza: gioventù e violenza (politica) nella Tunisia post-autoritaria

  • ORE 16.45 Pausa

     

     

     

  • ORE 17.00

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Elisabetta Vezzosi

    Insegnare la storia degli afroamericani nell’era dei movimenti

     

    AL-AZHAR UNIVERSITY IL CAIRO, EGITTO

    Reham Abdullah Salamah Nasr

    The Role of al-Azhar observatory in combating extremism

     

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Domenico De Stefano

    Gli atteggiamenti dei giovani verso la diversità: un’indagine statistica su studenti e studentesse di alcune scuole della città di Trieste

sabato 10 Aprile

  • ORE 9.00

    Presiede

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Elisabetta Vezzosi

     

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Sergia Adamo

    Teorie e pratiche dell’alterità: esperimenti con la lettura letteraria

     

    UNIVERSITÉ TLEMCEN, ALGERIA

    Latifa Sari
    Ryad Benmansour
    Ramzi Chiali
    Warda Baba Hamed

    Mobilité(s) et mouvements migratoires contemporains
    dans l’espace méditerranéen (Sud/Nord): Quelles dynamiques et reconfigurations identitaires dans les pays d’accueil? Quelques pistes de réflexion sur les enjeux socio-géopolitiques et l’impact de l’interaction culturelle sur l’identité du migrant.

     

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Loredana trovato

    Essere figli delle banlieues tra disagio, difficoltà di integrazione e violenza: un percorso tra musica, cinema e langues des cités

     

     

  • ORE 10.45 Pausa
  • ORE 11.00

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Cecilia Prenz

    Quando la violenza si fa istituzione: alcuni esempi del teatro di Eduardo Pavlovsky durante la lezione al CIOF di Trieste

     

    UNIVERSITÀ DI SARAJEVO, BOSNIA

    Edina Spahic

    La violencia lingüística y simbólica en el aula como causa del suicidio

     

    UNIVERSITÀ DI TRIESTE

    Cristina Baldazzi

    Insegnare la letteratura araba: non solo Le Mille e una Notte

  • ORE 13.00 Pausa

     

     

     

  • ORE 15.00 - 17.00 Laboratori
    1. Narrare ai confini religiosi

    Lettura di testi su comunità e nazione coordina Diego Abenante

     

    2. Leggere la violenza

    esperimenti con i testi letterari dentro e fuori dal canone coordina Sergia Adamo

     

    3. Una rilettura dei testi arabi

    della tradizione classica e moderna coordina Cristiana Baldazzi

     

    4. Violenza e giovani generazioni in Tunisia

    coordina Federico Battera

     

    5. Memorie del fuoco

    la storia dell’America spagnola attraverso Eduardo Galeano coordinano Cecilia Prenz e Betina Prenz

     

    6. I ragazzi e le ragazze delle banlieues

    tra cinema, nuova letteratura e musica coordina Loredana Trovato

* Ogni laboratorio può accogliere massimo 10 persone per poter coordinare al meglio l’interazione.
Per iscrizioni mandare una mail entro il 3 aprile 2021 a controlaviolenza@units.it con l’indicazione del laboratorio prescelto.